CLASSIFICAZIONE TIPI DI RACCOLTA

Al fine di agevolare la comprensione e l'organizzazione dei nostri volontari, abbiamo pensato di redigere uno schema guida sui diversi tipi di eventi di raccolta rifiuti.

 

Lo schema si basa su 3 fattori: la Pendenza e il tipo di terreno (Terreno) ; la Quantità e Qualità dei rifiuti previsti (Mole); e lo spostamento previsto durante la raccolta (Escursione).

 

In base a queste linee generali, ogni volontario può equipaggiarsi e prepararsi a sua discrezione.

 
 

Terreno

Pendenza

 

  • Pianura: In questa categoria sono compresi tutti i prati, i parchi, i paesi, che si estendono su una zona di pianura. 

  • Collinare: Possono esserci una o più sia discese o salite moderate.

  • Scosceso: La pendenza è considerevole, un esempio sono i sentieri o i paesi di montagna.

  • Ripido: Pendenza elevata superiore al 20%, può essere necessario sedersi. 

 

Tipo Di Terreno

 

  • Cittá: La raccolta si svolge sul cemento.

  • Parco: Con parco si intende aree verdi cittadine, come per esempio il parco Ciani.

  • Lineare: Intendiamo sterrati, sentieri batturi, prati, tutto con vegetazione poco alta o poco impegnativa, come aree di campagna.

  • Off-road:  Si indica una raccolta fuori dai sentieri, vi è da tener conto dunque della possibile vegetazione consistente del sottobosco, ma anche il possibile terreno irregolare.

  • Anfibio: In questa categoria rientrano azioni di pulizia che possono essere considerate "anfibie", ovvero che si può trattare anche zone coperte d'acqua, come fiumi o rive di laghi e laghetti. A dipendenza del fiume trattato, che sia in secca, con massi grandi o prevalenza acqua, è probabile che sia necessario l'uso di attrezzatura impermeabile come guanti e stivali, stesso discorso vale per i laghi, sono comprese spiagge di sabbia o sassi, rive naturali e artificiali (come il ponte-diga di Melide/Bissone), tutto nei pressi del lago, ciò può comportare la necessità di accessori impermeabili (come guanti o stivaloni). 

 

Mole

Qualità

 

  • Rifiuti Da Passeggio: Rifiuti come mozziconi, cartacce, fazzoletti, sacchetti di escrementi, tutto quello che la gente di passaggio lascia cadere, generalmente di piccole dimensioni. 

  • Rifiuti Da Party: Bottiglie di plastica, vetri, sacchetti, involucri e contenitori di cibo, e quelli della categoria precedente. Rifiuti che la gente si porta ai falò o al campeggio ma che non riporta a casa.

  • Rifiuti Urbani: Sono rifiuti provenienti dalle economie domestiche, generalmente questi rifiuti venivano buttati nel bosco il secolo scorso. Elettrodomestici grandi e piccoli, pezzi di veicoli o veicoli interi, posate, articoli per la pulizia, mobilio, ecc.

  • Rifiuti Edili: Rifiuti di tutti i tipi e grandezze, provenienti da cantieri, fabbriche, fattorie, eccetera. Tra i quali possiamo trovare metalli di vario tipo, attrezzi e strumenti, plastiche industriali, barili, reti e molto altro. 

Quantità

  • 1°Grado - Piccola: Solo qualche residuo di gente incurante. (Massimo un sacco pieno da 60L). 

  • 2° Grado - Media: Una quantità tutto sommato contenuta, come un'area usata frequentemente per festini. (Da 2 a 5 sacchi da 60L)

  • 3° Grado - Elevata: Grandi quantità di spazzatura, probabilmente non si riesce a pulire l'area in un solo appuntamento. (Da 6 a 10 sacchi da 60L per appuntamento).

  • 4° Grado - Immonda: Grandissime quantità di rifiuti, quasi sicuramente non si può ripulire l'area in un solo appuntamento. (Più di 10 sacchi da 60L per appuntamento).

 

Escursione

  • Stazionaria: Viene data un'area delineata da ripulire e ci si concentra su quella porzione di terreno. Per esempio nel caso di una discarica abusiva del secolo scorso. 

  • Setaccio: Viene indicata una zona generale di dimensioni variabili, anche grandi, da setacciare. 

  • Camminata: Viene programmato un percorso da A a B che va ripulito e setacciato. La differenza con la precedenza è che ci si sposta lungo un sentiero una strada o simili al posto di setacciare un'intera area.